Novembre 2020

Strategia della Tensione o Tensione Strategica?

Oggi il Governo Conte fa un uso della comunicazione spietatamente strumentale alla necessità di nascondere la pochezza organizzativa e la mancanza di programmazione del Governo stesso. Infatti sin dall'inizio della pandemia, il capo del Governo ha adottato la tecnica del discorso alla Nazione, azione che fino a qualche tempo fa...

Dichiarazioni scomposte di due viceministro

Per constatare che stiamo attraversando un momento estremamente difficile dal punto di vista economico non serve certamente un luminare dell’economia e della finanza. Stiamo attraversando la più efferata crisi dal secondo dopoguerra ad oggi, una crisi da domanda dagli effetti devastanti non ancora totalmente espressi. La crisi da domanda si...

Luci ed ombre del decredo rilancio

Ora è il momento di fare una valutazione serena su quanto il lockdown da covid-19 ha effettivamente provocato. E’ indubbio che questa calamità abbia fatto emergere degli aspetti positivi del nostro essere italiani da un lato, ma dall’altro abbia messo a nudo molte criticità del nostro sistema politico-amministrativo. Chi si...

La Moda ignorata dal Decreto rilancio

Che il “decreto rilancio” sia un libro, questo è innegabile, lo si nota dal numero elevato di articoli e dalle molte pagine scritte, ma dobbiamo altresì rilevare che il libro è stato scritto frettolosamente. Infatti, si può candidamente affermare che al libro mancano dei capitoli molto importanti concernenti il Made...

La comunicazione in tempo di Coronavirus

Un aspetto interessante da analizzare in periodo di Coronavirus è senza dubbio la comunicazione. Sappiamo che l’uso che trascende in abuso o cattivo uso della comunicazione produce un difetto di informazione verso il ricevente. Questo fenomeno in tempo di coronavirus è accaduto più volte. La comunicazione istituzionale come prevista dalla...

Aprile 2020

Bastava un pò di buon senso

“Questi governanti stanno dimostrando tutta la loro incapacità e inadeguatezza. Le loro scelte provocheranno più morti per suicidio ed infarto che morti effettivi da coronavirus. Questo perché la preoccupazione di chi ha un’attività in proprio sta portando molti a non reggere più l'impatto sotto il profilo psicologico e la paura...